Caffè Borghetti, liquore di vero caffè espresso
Benvenuto sul sito di Caffè Borghetti
si no

155 anni di storia

In una città delle Marche, terra di Poesia, Ugo Borghetti, poeta egli stesso e titolare di un Caffé, intuisce la forza del cambiamento e inventa un liquore al caffè “[…] dalla formula magica/eccellente” che dà ristoro ai consumatori.
Nasce così, in semplicità, questo liquore di vero caffè espresso che ispira da subito buoni sentimenti e favorisce una forte aggregazione.

Siamo nell’anno 1860. L’Italia -intesa come nazione- si va formando e la sua popolazione è in fermento non solo per gli eventi in corso, ma anche grazie alle nuove invenzioni che in occidente vanno modificando le abitudini.

Il retrogusto di Caffè Borghetti, con un tocco di alcol che ne permette una perfetta conservazione, conquista subito l’attenzione di un mercato anch’esso in evoluzione e Ugo Borghetti ne è premiato in successo.

Caffè Borghetti La storia

Decenni più tardi, dopo anni di rivoluzioni, guerre e cambiamenti epocali in cui l’essere umano  ritrova finalmente sé stesso, Caffè Borghetti raggiunge la fama internazionale grazie all’azienda Fratelli Branca Distillerie che ne acquisisce la proprietà facendolo diventare un prodotto di culto e di cultura per tutti coloro che amano il tempo libero, lo sport e il piacere di stare insieme in libertà e, dove possibile, in Democrazia.

Oggi la società vive un periodo di frenetici cambiamenti, ma Caffè Borghetti dona più che mai convivialità e amicizia grazie ad una chiave di esperienze unica nel suo genere: una energia foriera di buoni sentimenti, frutto del motto di fondazione dell’azienda in cui Innovazione e Memoria spingono sempre verso il futuro: “Novare serbando.
É da queste due parole che un sapere ultracentenario si tramanda di generazione in generazione per migliorare la qualità della vita. E dello spirito.